Home

NASCE A CARRARA DOVE FREQUENTA IL LICEO    CLASSICO
POI ARCHITETTURA ALL’ UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE


LE SUE OPERE SONO PRESENTI IN GALLERIE D’ARTE E COLLEZIONI PRIVATE IN TUTTA ITALIA,  A PARIGI, BERLINO, ABU DHABI, AUSTRALIA E SVIZZERA

APOLLO IN ATARASSIA ARANCIONE (photographer ANTONIO LOMBARDINI)

VENERE

HO VOLUTO MOSTRARVI LA MIA RIVISITAZIONE DI UN’ ICONA DI BELLEZZA FEMMINILE, CONSIDERATA DA SECOLI UN CANONE DI PERFEZIONE NONOSTANTE LE SUE MUTILAZIONI ORMAI ICONICHE È CONSIDERATA FORSE LA PIÙ ANTICA RAPPRESENTAZIONE DEL FASCINO FEMMINILE: NUDITÀ INCOMPLETA MA SENSUALE, MODELLATA DALLE FORME MORBIDE E PRIVA DI CHIAROSCURI PROFONDI, QUESTA COPIA ROMANA DI VENERE PRASSITELICA CI RICORDA L’ENORME IMPORTANZA DELLA DONNA NELLA SOCIETÀ GRECA PRIMA,ROMANA POI.

I WANTED TO SHOW YOU MY REINTERPRETATION OF AN ICON OF FEMALE BEAUTY, CONSIDERED FOR CENTURIES A CANON OF PERFECTION DESPITE ITS NOW ICONIC MUTILATIONS AND CONSIDERED PERHAPS THE OLDEST REPRESENTATION OF FEMALE CHARM: INCOMPLETE BUT SENSUAL NUDITY MODELED WITH SOFT SHAPES AND DEVOID OF DEEP CHIAROSCURO, THIS ROMAN COPY OF PRAXITELEAN VENUS REMINDS US OF THE ENORMOUS IMPORTANCE OF WOMEN IN GREEK SOCIETY FIRST, THEN ROMAN.

PVC  PET     ALLUMINIO

SASSI CONCHIGLIE   GOMMA 

HDPE PLEXIGLASS      

CREANO NUOVE

FORME  CLASSICHE

ELENA

LA TESTA DI ELENA SCOLPITA DA CANOVA SECONDO LE PROPORZIONI CLASSICHE DELLA SEZIONE AUREA, PURA ARMONIA DI FORME, PERFEZIONE DI RAPPORTI ARMONICI TRA TUTTI I PARTICOLARI ANATOMICI.
TUTTO È PERFZIONE NUMERICA, IMPERTURBABILITÀ, ATARASSIA NELLA SUA FORMA PIÙ ELEVATA, BELLEZZA DIVINA, ASCESI, ARMONIA. IL MAESTRO NE FECE DONO A ISABELLA TEOTOCHI, INTELLETTUALE ANIMATRICE DEI SALOTTI DUECENTO ANNI FA’.

THE HEAD OF ELENA SCULPTED BY CANOVA ACCORDING TO THE CLASSICAL PROPORTIONS OF THE GOLDEN SECTION, PURE HARMONY OF SHAPES, PERFECTION OF HARMONIC RELATIONSHIPS BETWEEN ALL THE ANATOMICAL DETAILS.
EVERYTHING IS NUMERICAL PERFECTION, IMPERTURBABILITY, ATARAXIA IN ITS HIGHEST FORM, DIVINE BEAUTY, ASCETICISM, HARMONY. THE MASTER DONATED IT TO ISABELLA TEOTOCHI, THE INTELLECTUAL ANIMATOR OF THE SALONS TWO HUNDRED YEARS AGO.

LO SCARTO DIVENTA

MATERIA PRIMA


ATHENA

IN PLASTICHE RICICLATE, NON PIÙ IL MARMO A NOBILITARE L’ARTE CLASSICA MA GLI SCARTI DELLA NOSTRA SOCIETÀ.


IN RECYCLED PLASTICS, NO LONGER MARBLE TO ENNOBLE CLASSICAL ART BUT THE WASTE OF OUR
SOCIETY.

LA   PLASTICA

RICICLATA DIVENTA       

IL NUOVO   MARMO

HERMES

Messaggero, raffinato oratore , astronomo, traghettatore di anime, a tempo perso anche musicista e atleta… quante doti ti hanno attribuito! Io ti rendo omaggio rielaborando un capolavoro prassitelico!

Messenger, refined speaker, astronomer, ferryman of souls, in his spare time also musician and athlete … how many talents they have attributed to you! I pay you homage by reworking a Praxitelean masterpiece!


.

 IL CAVALLO DI SELENE (PHOTOGRAPH :ANTONIO LOMBARDINI)

TRASPORTARE LA LUNA SU UN CARRO PER INTERE NOTTI È CERTAMENTE SFIANCANTE E POCO ROMANTICO. QUI IL CAVALLO FIDIACO STREMATO DALLA FATICA, SPROFONDATO NELL’ABISSO NOTTURNO CON LA MASCELLA CADENTE, LE NARICI DILATATE E GLI OCCHI SGRANATI NON HA NULLA DI MITOLOGICO NÉ DI ATARASSICO. HO VOLUTO ENFATIZZARE QUESTA CIFRA STILISTICA SCARIFICANDO L’ANIMALE MOSTRANDONE FIBRE MUSCOLARI E LEGAMENTI.
.
(EN)TRANSPORTING THE MOON ON A CART FOR ENTIRE NIGHTS IS CERTAINLY EXHAUSTING AND NOT MANY ROMANTIC.
HERE THE PHIDIAS’S HORSE EXHAUSTED BY FATIGUE, SUNK INTO THE NIGHT ABYSS WITH ITS DROOPING JAW, DILATED NOSTRILS AND WIDE EYES, HAS NOTHING MYTHOLOGICAL OR ATARAXIC.
I WANTED TO EMPHASIZE THIS STYLISTIC FIGURE BY SCARIFYING THE ANIMAL BY SHOWING ITS MUSCLE FIBERS AND LIGAMENTS.

LA PLASTICA   COME NUOVO    MARMO

CI SOPRAVVIVERÀ COSÌ COME  I MARMI

CLASSICI SONO SOPRAVVISSUTI  ALLA

CLASSICITÀ

RITROVAMENTI DI UN’  ARCHEOLOGIA DISTOPICA (photographer AGOSTONI SIMONE)

REPERTI DI RITROVAMENTI FUTURI,    UN’

ARCHEOLOGIA POST MODERNA IN CUI

LA PLASTICA CON   LA  SUA

PERSISTENZA MILLENARIA    LASCIA

UN SEGNO INDELEBILE

TUTTO   QUELLO   CHE VIENE

ELIMINATO E’ RIUTILIZZATO E

TRASFORMATO COME   FOSSE

MARMO  O BRONZO,

METAFORA DI  UNA  NUOVA PERMANENZA

I CORPI CHE RAPPRESENTO SONO LACERATI

PERCHÈ LA NOSTRA ESISTENZA FISICA

È  INSTABILE, IL  NOSTRO CORPO È MUTEVOLE    

E PUÒ  ANCHE PERDERE LA PROPRIA  IDENTITÀ

LA CREAZIONE DELL’UOMO

ZEUS PROVAVA UN PROFONDO RISPETTO PER IL GIGANTE PROMETEO AL PUNTO DA AFFIDARGLI L’INCARICO DI CREARE L’ UOMO MODELLANDOLO CON ARGILLA E FORGIANDOLO CON IL FUOCO DIVINO. PROMETEO IN SEGUITO SI MOSTRÒ TROPPO BUONO E GENEROSO CON IL GENERE UMANO E VENNE FEROCEMENTE PUNITO MA ORMAI LA NOSTRA CREAZIONE ERA COSA FATTA.
.
.
ZEUS FELT A PROFOUND RESPECT FOR THE GIANT PROMETHEUS TO THE POINT OF ENTRUSTING HIM WITH THE TASK OF CREATING MAN BY MODELING HIM WITH CLAY AND FORGING HIM WITH DIVINE FIRE. PROMETHEUS LATER PROVED TOO GOOD AND GENEROUS WITH MANKIND AND WAS FIERCELY PUNISHED BUT NOW OUR CREATION WAS DONE .

GEMELLI SCARIFICATI

IL SIMBOLISMO DEI GEMELLI È CHE SONO ENTRAMBI SIA INSIEME CHE SEPARATI; SE VOGLIAMO CAPIRNE IL SIGNIFICATO È NECESSARIO CONSIDERARE LA LORO DUALITÀ TANTO QUANTO LA LORO UNITÀ, SONO SIMMETRIA INTERNA ED ESTERNA, SONO COMPATIBILITÀ ASSOLUTA, SONO MAGNIFICO DNA, TENTATIVO DI MOSTRUOSA EUGENETICA NAZISTA. ANCHE SCARIFICATI NON SVELANO IL LORO SEGRETO.

SCARIFIED TWINS .
THE SYMBOLISM OF THE TWINS IS THAT THEY ARE BOTH TOGETHER AND SEPARATE; IF WE WANT TO UNDERSTAND ITS MEANING, IT IS NECESSARY TO CONSIDER THEIR DUALITY AS MUCH AS THEIR UNITY, THEY ARE INTERNAL AND EXTERNAL SYMMETRY, THEY ARE ABSOLUTE COMPATIBILITY, THEY ARE MAGNIFICENT DNA, AN ATTEMPT AT MONSTROUS NAZI EUGENICS. EVEN SCARIFIED THEY DO NOT REVEAL THEIR SECRET.

NELL’ARTE NON ACCETTO

TABÙ   MI  PIACE

DISTURBARE

SCOMODARE

PROVOCARE

RITROVAMENTI        DI

UN’       ARCHEOLOGIA

DISTOPICA

APOLLO IN ATARASSIA BLU’

MONOCROMATISMO, SFUMATURE DI BLU, MARMO RECUPERATO, PLASTICA RICICLATA, MITOLOGIA GRECA.


MONOCHROME, SHADES OF BLUE, RECOVERED MARBLE, RECYCLED PLASTIC, GREEK MYTHOLOGY.

MASCHERA IN MICROPLASTICHE, AGHI, MEDICINE
MASK IN MICROPLASTICS, NEEDLES, MEDICINES

TIMEO DANAOS

SELEZIONATO CON QUESTA OPERA COME FINALISTA DELLA CATEGORIA “INDUSTRIAL DESIGN” AL RO PLASTIC PRIZE 2020 NEL MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA “LEONARDO DA VINCI” A MILANO

SELECTED WITH THIS WORK AS A FINALIST IN THE “INDUSTRIAL DESIGN” CATEGORY AT RO PLASTIC PRIZE 2020 IN THE “LEONARDO DA VINCI” NATIONAL MUSEUM OF SCIENCE AND TECHNOLOGY IN MILAN


Il mio lavoro

UTILIZZO QUALSIASI MATERIALE RICICLABILE INORGANICO COME STOVIGLIE MONOUSO IN POLIPROPILENE, SABBIA DI MARE,SCARTI STAMPANTE 3D, GIOCATTOLI ABBANDONATI, TAPPI E COPERCHI IN POLIETILENE, SCARTI LAVORAZIONE BLOCCHI MARMO, FLACONI PER DETERSIVO IN PEHD, BOTTIGLIE E CONTENITORI IN PET, LAVORATI IN SCHIUMA EVA, BALANI DA SCOGLIO,PVC, ALLUMINIO, PLEXIGLASS, HDPE, GOMMA.

SEGUIMI

Il mio portfolio mostra vari progetti commerciali e personali che ho svolto durante la mia carriera. Iscriviti al mio sito per essere aggiornato quando aggiungo nuove cose o seguimi sulla mia pagina INSTAGRAM.


Informazioni su di me

Nasce a Carrara dove frequenta il Liceo Classico poi Architettura all’ Università degli studi di Firenze.
Espone per la prima volta a luglio 2020 negli incantevoli spazi di Palazzo Binelli in occasione della manifestazione White Carrara Downtown, a settembre viene selezionato con una sua opera come finalista della categoria “Industrial Design” al Ro Plastic Prize 2020 e sempre nello stesso mese è finalista con un’altra opera all’ Ecofestival
Plastica d’A-MARE di Roma.
Anni fa per interesse personale comincia ad interessarsi al riuso e riciclaggio di plastiche e altri tipi di inquinanti presenti nell’ ambiente.
Logico quindi subire l’influenza di Damien Hirst subito e di Igor Mitoraj e della scultura classica greca e romana in un secondo momento.
Lui stesso ci rivela che : “Quando comincio a creare la mia prima ispirazione è il soggetto stesso, che sia una divinità o un atleta o un
sacerdote, poi scelgo le plastiche da utilizzare per dargli identità e colore.
Una volta terminata la immagino come un ritrovamento di un’archeologia postuma quindi devo trasformarla ancora, logorarla, consumarla, darle i segni della lentezza del passaggio del tempo.”
“E’ sempre emozionante accorgermi delle infinite possibilità della forma e del colore che la plastica può dare, per questo il risutato finale è sempre incerto e imprevedibile”

Utilizza la plastica e la resina come fossero il nuovo marmo, il nuovo bronzo, metafore
della nuova permanenza, del residuo che ci sopravviverà così come i marmi classici sono sopravvissuti alla classicità.
Non cerca mai il ritorno al passato nè un neoclassicismo proposto per esaltarne i modelli, nè vuole rappresentare il tempo che ne ha deturpato le forme enfatizzandone il mito; immagina invece le sue opere come reperti di ritrovamenti futuri, di un’archeologia post moderna , distopica in cui la plastica, con la sua persistenza millenaria, ha lasciato un segno indelebile.
Le sculture sono costitutivamente policrome o monocromatiche, la struttura rimanda alla composizione di immagini digitali, quasi
fossero degli agglomerati inquinanti di pixel tridimensionali.



Contatti

Inviami un messaggio